Elezioni Europee del 26 maggio 2019: voto assistito e voto domiciliare

ELETTORI FISICAMENTE IMPEDITI E NON DEAMBULANTI

Gli elettori fisicamente impediti (non vedenti, portatori di grave invalidità o di impedimenti simili) possono votare con l’aiuto di un altro elettore accompagnatore. L’impedimento deve essere dimostrato con certificato medico rilasciato dall’ASST di Romano di Lombardia.

L’elettore fisicamente impedito può fare richiesta  all’Ufficio Elettorale del Comune di apporre sulla propria tessera elettorale l’annotazione di voto assistito, mediante timbro, previa presentazione della relativa documentazione.

Occorre quindi:

  • munirsi di un certificato medico rilasciato dall’ASST (tel.0363/919222-23),
  • presentare domanda all’Ufficio Elettorale del Comune,
  • allegare la tessera elettorale già in possesso.

Il plesso scolastico “Scuola Primaria” dove si svolgono le elezioni, è privo di barriere architettoniche, i seggi elettorali sono situati al piano terra e sono accessibili agli elettori non deambulanti.

L’Associazione San Rocco di Cividate al Piano, ha dato la disponibilità ad effettuare un servizio di accompagnamento ai seggi elettorali, previo contatto con l’Ufficio elettorale (tel.0363/946415).

VOTO DOMICILIARE PER ELETTORI IN DIPENDENZA VITALE DA APPARECCHIATURE ELETTROMEDICALI

Gli elettori affetti da gravi infermità, tali da impedire l’allontanamento dall’abitazione in cui dimorano o che si trovino in condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali, sono ammessi al voto nel proprio domicilio.

L’ elettore interessato deve far pervenire entro il 6 maggio 2019,  all’ufficio Elettorale del Comune nelle cui liste elettorali è iscritto,

  • una dichiarazione, in carta libera, attestante la propria volontà di voler votare presso l’abitazione in cui dimora, indicandone il completo indirizzo e recapito telefonico,
  • copia della tessera elettorale in possesso,
  • un certificato medico rilasciato dall’ASST competente, in data non anteriore al 45° giorno antecedente la votazione (11 aprile 2019), che attesti l’esistenza delle condizioni di grave infermità fisica che rendono impossibile l’allontanamento dalla propria abitazione, con prognosi di almeno 60 giorni decorrenti dalla data del certificato medico o la dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali.

Il voto verrà raccolto durante le ore della votazione dal presidente del seggio cui appartiene l’abitazione dell’elettore impedito, con l’assistenza di uno scrutatore e del segretario di seggio.